Servizio globale di assistenza sociale e altri servizi accessori presso le residenze protette “Casa per Anziani” e “Casa Serena” di Pordenone per il periodo 01.09.2018 - 31.08.2022 con facoltà di rinnovo fino al 31.05.2026

Stipula contratto

Comunicazione stipula contratto

Aggiudicazione efficace

Determina 231 del 13.09.2018

Aggiudicazione

Determina 172 del 11.07.2018

Verbale 2

Allegati verbale 2

Verbale 3

Allegato verbale 3

Verbale 4

Verbale 5

Convocazione seconda seduta Commissione Giudicatrice

Convocazione firmata

Convocazione

Convocazione seduta Commissione Giudicatrice

Convocazione firmata

Convocazione

Nomina Commissione giudicatrice

Determina n. 124 del 23.05.2018

Curriculum dott. Giovanni Di Prima

Curriculum Sig. Luigi Pavan

Curriculum dott.ssa Mariachiara Santin

Apertura Busta A

Determina n. 122 del 22.05.2018 Provvedimento ammissione concorrenti

Verbale n. 1 del 21.05.2018

Nomina Seggio di Gara

Determina n. 120 del 18.05.2018

Curriculum Sig. Gianni Martin

Curriculum dott. Andrea Bellinetti

Curriculum dott.ssa Marianne Pascal

Quesiti

1a. "Con la presente siamo a richiederVi conferma che i requisiti “Capacità Tecniche e Professionali” punti 2 e 3 (servizi di pulizia e sanificazione e servizi di lavanderia/guardaroba svolti per pubbliche amministrazioni o soggetti privati – presso strutture per anziani non autosufficienti, così come descritte dal D.P. Reg. 144/2015 Pres. e successive modifiche ed integrazioni della Regione Friuli Venezia Giulia, con almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti – anche dati dalla somma di più strutture) possano essere validamente assolti anche qualora non eseguiti direttamente bensì avvalendosi del servizio di subappalto, istituto del quale ci si avvarrà anche per la Procedura di cui all’oggetto."

Risposta: All'art. 8 del Disciplinare ("AVVALIMENTO") si dice, testualmente: "L'ausiliaria può assumere il ruolo di subappaltatore nei limiti dei requisiti prestati.". Pertanto, nel caso di specie, si ritiene che i requisiti debbano essere prestati dalla ditta subappaltatrice in qualità di "ausiliaria".

1b. "Si domanda inoltre se i requisiti richiesti siano validamente assolti nel caso in cui i fatturati di interesse siano estrapolati dalla società partecipante alla procedura dalla Gestione Global Service di Strutture per anziani non autosufficienti con le caratteristiche richieste dal Disciplinare di Gara."

Risposta: I requisiti risultano nel caso esposto validamente assolti.

2. "Con la presente siamo a richiedere in quale tipologia si debbano far rientrare l’affidamento a terzi, opportunatamente ed obbligatoriamente qualificati di servizi quali: smaltimento rifiuti sanitari, derattizzazione e deblattizzazione. Nello specifico si richiede se gli stessi si intendano comunque subappalti (con l’obbligo di segnalazione della terna) o se possano, più propriamente, ricondursi a mera fornitura di servizi esclusa dalla necessità di presentazione della terna e relativo passoe."

Risposta: I servizi in parola sono da ricondursi "a mera fornitura di servizi" e in quanto tali esclusi dagli obblighi connessi al subappalto.

3."Si richiede cortesemente, in riferimento all’allegato relativo al calcolo della spesa per l’acquisizione del servizio:
1. Quali siano i costi orari da prendere in considerazione per l’elaborazione dell’offerta da parte della scrivente: quelli indicati nella prima tabella oppure quelli indicati nella seconda tabella?
2. In relazione ai servizi estetici, che il dato da prendere in considerazione ai fini dell’elaborazione dell’offerta sia quello riportato nella seconda tabella, ovvero di N° 1674 ore annue.

Risposta: 1. Il valore a base di gara è quello indicato nella prima tabella. 2. Il dato da considerare è quello indicato nella prima tabella ovvero 2.945 prestazioni x € 12,40 per complessivi € 36.000,00 a base di gara.

4a. "Si richiede cortesemente una stima della metratura delle aree esterne, da prendere in considerazione per lo svolgimento del servizio di pulizia delle stesse"

Risposta: La stima della metratura sarà fornita con successiva risposta sentito l'ufficio tecnico dell'Azienda.

Planimetrie esterne

4b."e se per spazzatura meccanica si intenda mediante appositi macchinari."

Risposta: Per "spazzatura meccanica" non si intende mediante uso di appositi macchinari.

5. "In riferimento alla legenda riportata nelle planimetrie fornite in allegato alla documentazione di gara, richiediamo cortesemente una conferma che, nelle aree evidenziate in verde e denominate “pulizia a cura della ditta”, la pulizia sia da effettuare a carico dell’aggiudicataria e che la relativa frequenza sia da considerarsi a discrezione della stessa."

Risposta: Si dà conferma dell'interpretazione proposta.

6. "Richiediamo cortesemente se le ore di formazione siano da ritenersi ricomprese nel monte ore previsto per l’assistenza."

Risposta: Le ore di formazione non sono ricomprese nel monte ore previsto per l'assistenza.

7. "In merito all’elenco del personale pubblicato, si chiede di specificare quanti e quali tra gli operatori attualmente impiegati siano in possesso dell’attestato di “Addetti antincendio – rischio elevato”, specificando la data del conseguimento dell’attestato; Al fine di predisporre i turni del personale addetto al servizio di magazzino, si chiede di conoscere il giorno della settimana e l’orario di consegna degli ausili per l’incontinenza."

Risposta: Detti quesiti andavano ragionevolmente rivolti in sede di sopralluogo. Ad ogni buon conto, pur non disponendo del dato certo, si può presumere che la maggior parte del personale sia in possesso dell'attestato di "Addetti antincendio - rischio elevato". Mentre il giorno della settimana e l'orario per la consegna  degli ausili per l'incontinenza  è un dato soggetto a variazione che non dipende dalla stazione appaltante.

8. "In riferimento a quanto riportato a pag.32 del CSA "Saranno a carico della Ditta Aggiudicataria: - tutte le operazioni di carico, scarico e trasporto con idonei veicoli/mezzi, messi a disposizione della stessa Ditta, dei prodotti richiesti e da consegnare nei locali individuati delle due strutture (Casa Serena e Casa per Anziani)", si chiede quali siano i veicoli/mezzi ad oggi impiegati e per quale tipo di trasporto."

Risposta: Si evidenzia la presenza di un refuso: la preposizione corretta non è "della stessa ditta", ma bensì "dalla stessa ditta", per cui la disponibilità dei mezzi è a carico della ditta aggiudicataria.

9. "Art. 5.1.1. Prestazioni principali: In relazione alla qualificazione professionale relativa alle prestazioni principali e all’elenco del personale attualmente impiegato nei servizi fornito siamo a richiedere se sia corretto che il personale attualmente inquadrato alla Categoria C profilo C3 del CCNL Cooperative sociali in elenco sia in possesso della formazione complementare in assistenza sanitaria (OSSC)."

Risposta: L'elenco fornito dagli attuali appaltatori dei servizi si limitano ad indicare la qualificazione di OSS per cui non si ritiene che vi siano operatori in possesso della formazione complementare (OSSC).

10. "Modello Offerta Economica – allegati costi del servizio: Si chiede conferma che nelle tabelle allegate all’offerta economica per costo orario richiesto per le differenti prestazioni si intenda il costo unitario di riferimento per ciascuna prestazione (come da allegato calcolo delle spese). "

Risposta: Si conferma l'interpretazione proposta.

11. "Art. 15 Disciplinare Offerta Tecnica: Rispetto alla prevista formattazione dell’offerta tecnica 50 facciate, formato A4, ARIAL Narrow 11, si chiede se nel caso di utilizzo di schemi e tabelle sia ammesso utilizzare, per il solo testo riportato in schema/tabella, un font inferiore a 11."

Risposta:Si rammenta la  disposizione prevista dal Disciplinare: "Nel caso in cui venisse utilizzato un carattere diverso da quello sopra prescritto il testo verrà riportato al carattere corretto ed anche in tal caso non si terrà conto delle pagine che dovessero superare i limiti prescritti.

 

Quesiti

1. "...si richiede: se gli importi fatturati, relativi ai requisiti di capacità tecniche e professionali (pag. 4 punto 7.2. del disciplinare), si intendono complessivi nel triennio 2014/2016 o per ciascuno degli anni indicati."

Risposta: I requisiti in parola sono da possedersi per ciascuno degli anni indicati.

2. "si richiede: se i servizi di lavanderia svolti presso strutture ospedaliere possono essere considerati analoghi a quelli svolti presso strutture residenziali per anziani e pertanto, utilizzabili come requisito di capacità tecnico - professionale."

Risposta: In realtà, per quanto i servizi in parola possano verosimilmente essere ritenuti analoghi, il punto in questione prevede che i servizi di lavanderia - guardaroba siano stati eseguiti, testualmente: "... presso strutture per anziani non autosufficienti così come descritte dal D.P.Reg. 144/2015 Pres. e successive modifiche e integrazioni della Regione Friuli VeneziaGiulia ..." il che porta ad escludere il possesso del requisito se riferito a strutture sanitarie (nel caso di specie "ospedaliere").

3. In merito al contenuto della busta “B – Offerta Tecnica”, in particolare per quanto riguarda la campionatura di:
-          Biancheria da letto (lenzuola a una piazza, traverse, federe, copriletto)
-          Biancheria da bagno (asciugamani in spugna)
-          Biancheria da tavolo (tovaglie, tovaglioli, bavaglie)
È corretta l’interpretazione del Disciplinare ovvero che la campionatura, vista la voluminosità, possa essere presentata in un plico a parte, ovvero non all’interno della busta B che conterrà  solo l’offerta tecnica e gli allegati, ma in plichi sigillati e siglati che riportino le informazioni relative all’operatore economico concorrente e l’oggetto della gara con la dicitura “Offerta tecnica – campionatura”?

Risposta: Sì, l'interpretazione data risulta corretta

Quesiti

1. "Con riferimento al chiarimento interpretativo n. 2, relativamente ai requisiti speciali di partecipazione si chiede conferma che in caso di partecipazione in RTI verticale l’interpretazione corretta  sia che ciascuna impresa  che compone l’A.T.I. debba qualificarsi esclusivamente per la parte dei servizi che andrà a svolgere e precisamente: la mandataria x, che esegue  i servizi socio sanitari, dovrà qualificarsi per i soli servizi di cui alll’art. 1 punto 1) del Capitolato speciale d’appalto; la mandante xy che svolge i servizi di pulizia e sanificazione dovrà qualificarsi per i soli servizi di cui all’art. 1 punto 2 del Capitolato; la mandante xx, che svolge i servizi di lavanderia/guardaroba, deve dimostrare la gestione dei soli servizi di cui all’art. 1 punto f) del Capitolato Speciale d’appalto."

Risposta: L'interpretazione proposta risulta nel caso descritto corretta.

2. Si rileva, inoltre che a pag. 5 del disciplinare d’appalto, relativamente al punto 3 “requisiti di capacità economico finanziaria (ex art. 83.1.b del Codice) si riporta la dicitura: “Valore complessivo base d’asta quinquennale ovvero € 11.344.399,00.” Si chiede conferma che trattasi di refuso.

Risposta: Confermiamo che l'importo indicato come quinquennale in € 11.344.399,00 è in realtà un refuso. L'importo esatto su base quadriennale risulta pari a € 9.075.519,20.

CHIARIMENTO  INTERPRETATIVO N. 2

Con riferimento al possesso dei requisiti speciali di partecaipazione alla gara per i RTI di tipo verticale si precisa quanto di seguito:

"I RTI verticali negli appalti di servizi devono necessariamente rispettare il seguente principio: il mandatario deve eseguire le parti di servizio indicate come principali e le mandanti quelle indicate come secondarie (come previsto espressamente dall'art. 48, comma 2, D.Lgs. 50/2016).
Quanto al possesso dei requisiti speciali, ed in particolare alle capacità tecniche professionali ed economico finanziarie, esse devono essere coerenti con le parti del servizio che ciascuna componente del RTI si impegna ad eseguire.
Pertanto, esemplificando, la mandante che esegue la prestazione secondaria di lavanderia può possedere totalmente il requisito di pag. 5, punto 2, comma 3 del disciplinare a condizione che gli ulteriori requisiti siano soddisfatti in misura maggioritaria dalla capogruppo."

 

Quesiti 20.04.2018

In riferimento alla pubblicazione del questito n. 3 pubblicato in data 11.04.2017 si comunica quanto segue:

"Codesta Ditta ha ragione, infatti la S.A. è stata fuorviata dalla rilettura testuale dell'art. 47, comma 2, del Codice che presenta una evidente lacuna per quel che attiene ai consorzi di cui all'art. 45, comma 2, lett. b) del Codice medesimo(problema peraltro già evidenziato e risolto in senso positivo in un precedente quesito). Per cui l'interpretazione fornita dalla Ditta richiedente è senz'altro corretta."

Comunicazione

Si ricorda alle ditte che con determinazione n. 81/2018 sono stati modificati gli atti di gara e in particolare i termini contrattuali e la base di gara. Al fine di dare la possibilità alle ditte di prendere visione degli stessi si è deciso di riaprire i termini per la presentazione delle offerte portando il nuovo termine alle ore 12.00 del 17.05.2018.

Si comunica alle ditte che hanno effettuato il sopralluogo che lo stesso rimane valido così come l'attestazione rilasciata.

Si prega altresì, le ditte interessate ad effettuarlo di prendere contatto via mail con la dottoressa Pascal al fine di fissare l'appuntamento per i sopralluoghi.

Gli atti di gara modificati sono disponibili e scaricabili in questa sezione.

Quesiti 11.04.2018

1. Siamo a richiedere se sia possibile la consegna del plico attraverso corrieri espressi.

Risposta: La consegna del plico attraverso corriere espresso è senz'altro possibile. Unica condizione che il plico medesimo sia nella materiale disponibilità dell'Ufficio entro il giorno e l'ora stabiliti quale termine ultimo per la presentazione dell'offerta.

2. Si richiede se in caso di partecipazione in costituendo RTI di tipo verticale, con un’impresa/società di lavanderia, il requisito di cui a pag. 5 punto 2 comma terzo del disciplinare (aver eseguito contratti di gestione di lavanderia/guardaroba….non inferiore a € 300.000…per 180 posti letto) può essere assolto totalmente dalla mandante società/cooperativa di lavanderia?

Risposta: L'art. 83, comma 8, del Codice prevede, testualmente, che "La mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria." La risposta al quesito è, pertanto, negativa.

3. In relazione al punto 14.3.2 del Disciplinare di Gara - Garanzia Provvisoria, nello specifico, relativamente alla riduzione dell’importo secondo le misure e le modalità di cui all’art. 93, comma 7 del Codice,  in caso di partecipazione in forma associata, la riduzione del 50% per il possesso della certificazione del sistema di qualità di cui all’articolo 93, comma 7, del Codice si ottiene:

a. In caso di partecipazione dei soggetti di cui all’rt. 45, comma 2, lett. d), e), f), g), del Codice solo se tutte le imprese che costituiscono il raggruppamento, consorzio ordinario o GEIE, o tutte le imprese retiste che partecipano alla gara siano in possesso della predetta certificazione;

b. In caso di partecipazione in consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) e c) del Codice, solo se la predetta certificazione sia posseduta dal consorzio e/o dalle consorziate. 

Pertanto, nel caso di partecipazione alla gara in RTI costituito da un Consorzio di cui all’art. 45 comma 2  lett. b) in qualità di capogruppo mandataria, che non dispone della certificazione di qualità ma la stessa è invece posseduta dalle consorziate esecutrici , e di altre ditte partecipanti in qualità di mandanti tutte in possesso della certificazione del sistema qualità;  è corretta l’interpretazione che la cauzione possa essere ridotta del 50% in quanto posseduta dalle consorziate esecutrici e da tutte le  altre imprese retiste che compongono il raggruppamento?

Risposta: No, l'interpretazione proposta non sembra corretta. Infatti, si ritiene che tutte le imprese che costituiscono il raggruppamento debbano essere in possesso della certificazione in parola, per cui o il consorzio o tutte le consorziate devono essere in possesso di detta certificazione.

3. Si richiede se l’importo pari ad € 453.775,96 sia errato (pag. 14 punto 14.3.2 del disciplinare); in quanto il 2% del valore dell’appalto soggetto a ribasso di € 22.688.768,00 è pari ad € 453.775,36.

Risposta: Alla luce della recente modifica degli atti di gara, il valore della cauzione provvisoria è individuato in € 363.020,77 (2% della base di gara stimata in € 18.151.038,40)

Quesiti

1. Si chiede di chiarire il dato relativo agli scatti di anzianità degli operatori impiegati con CCNL Cooperative sociali, riportato nell’elenco del personale impiegato, in quanto alcuni di essi hanno un numero di scatti superiori ai 5 previsti da CCNL. Trattasi di refuso o di altro valore economico?

Risposta: Da informazioni assunte presso l'Appaltatore interessato, abbiamo appurato che gli scatti di anzianità in parola corrispondono a quelli effettivamente riconosciuti agli operatori interessati, a prescindere dai limiti contrattuali. Chiaramente, si ritiene sia nella facoltà dell'eventuale appaltatore entrante valutare l'opportunità/liceità di mantenere il riconoscimento di tali emolumenti aggiuntivi.

2. ..(omissis)..ci permettiamo di sottoporre a codesto spettabile Ente un nostro ultimo quesito sul tema dei requisiti di Capacità tecniche e professionali di cui al punto 7.2.2 del Disciplinare, chiedendo conferma che ciascuno dei tre requisiti previsti (“avere eseguito …servizi socio sanitari … per un importo non inferiore a € 2.000.000,00 … presso strutture … con almeno 180 posti letto …”, “avere eseguito …servizi di pulizia/sanificazione … per un importo non inferiore a € 300.000,00 … presso strutture … con almeno 180 posti letto …” ed “avere eseguito …servizi di lavanderia/guardaroba … per un importo non inferiore a € 300.000,00 … presso strutture … con almeno 180 posti letto …”) sia pertanto soddisfatto con l’esecuzione, nel triennio 2014 – 2015 – 2016, delle tre diverse tipologie di servizi sopra indicati, anche presso diverse strutture (due o più) ed anche nell’ambito di diversi contratti di appalto (due o più), purché la sommatoria dei posti letto di tali diverse strutture sia di almeno 180 posti letto e purché la sommatoria annua del fatturato (derivante da diversi contratti) non sia inferiore, per ciascuna delle tre tipologie di servizi indicati, agli importi sopra riportati

Risposta: Si dà conferma che l'interpretazione da Voi formulata del punto 7.2.2 del disciplinare di gara è del tutto corretta.

Quesiti

1.Con riferimento al requisiti di partecipazione, relativo alla Capacità tecnica e professionale(ex art. 83.1 del Codice), con il quale viene richiesto alla E.O. di avere contratti di gestione di servizi di pulizia/sanificazione in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016 per un importo non inferiore a € 300.000,00 al netto dell'IVA svolti presso strutture per anziani con almeno 180 posti letto non autosuffcienti, si chiede di confermare che tale requisito è confermato dalla scrivente società nel momento in cui la stessa ha avuto un contratto dal 01/02/2013 al 31/01/2017 per la gestione del servizio di pulizia/sanificazione presso una struttura per anziani con più di 180 posti letto per non autosuffcienti il cui valore nel periodo di riferimento 2014-2016 è stato pari a € 800.000,00 al netto dell'IVA.

Risposta: Il requisito di partecipazione in argomento si intende assolto solo se suddiviso per ciascuno degli anni, nel senso che in ciascuno dei citati anni 2014, 2015 e 2016, l'Operatore economico deve "aver eseguito contratti di gestione di pulizia/sanificazione (...) per un importo, al netto dell'IVA, non inferiore a € 300.000,00 (...);". Nel caso esposto il requisito non pare assolto.

2. Si chiede di confermare che il requisito di cui al punto 2 della capacità tecnico professionale "aver eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione di lavanderia/guardaroba di cui all’art 1 punto 1 lett. f) del Capitolato speciale d’appalto per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a € 300.000,00 (euro trecentomila) per servizi di lavanderia/guardaroba di cui al suddetto art. 1 punto 1 lett. f,  svolti – per pubbliche amministrazioni o soggetti privati – presso strutture per anziani non autosufficienti così come descritte dal D.P.Reg. 144/2015 Pres. e successive modifiche e integrazioni della Regione Friuli Venezia Giulia, con almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti" si ritenga soddisfatto in presenza di due contratti, entrambi svolti per pubbliche amministrazioni o soggetti privati presso strutture per anziani non autosufficienti; dei due contratti, uno solo è stato svolto presso una struttura con almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti e che la somma dei due contratti  nel periodo 2014-2015-2016 dia almeno 300.000,00 al netto di IVA

Risposta: Il quesito maggiormente rilevante pare l'ultimo nell'ordine esposto: se si ritenga soddisfatto il requisito in argomento ove "la somma del fatturato dei due contratti nel periodo 2014-2015-2016 dia almeno 300.000,00 euro al netto dell'IVA."La risposta è negativa dal momento che detto requisito di partecipazione si intende assolto solo se suddiviso per ciascuno degli anni, nel senso che in ciascuno dei citati anni 2014, 2015 e 2016, l'Operatore economico deve "aver eseguito contratti di gestione di pulizia/sanificazione (...) per un importo, al netto dell'IVA, non inferiore a € 300.000,00 (...);".Per quel che attiene ai contratti in numero di due, nulla osta; per quel che attiene al limite dei 180 posti letto, si rimanda al chiarimento interpretativo pubblicato sul sito web dell'Amministrazione in data 6 aprile u.s.

3.  Ai sensi dell’art 37 del CCNL Cooperative Sociali siamo obbligati all’assorbimento del personale in forza, per cui si richiede di integrare l’elenco non nominativo del personale, con indicazione delle eventuali migliorie ad personam e/o superminimi applicati, sgravi derivanti dalla trasformazione o assunzione a tempo indeterminato monte ore erogato e corsi di formazione obbligatoria svolta;

Risposta : Si ritiene che l'elenco in argomento non abbisogni di ulteriori integrazioni in quanto le diverse posizioni economiche (categorie ...) corrispondenti ai relativi profili professionali esprimono appieno le diverse situazioni retributive del personale attualmente impiegato presso le sedi dell'ASP Umberto I. Mentre, per quel che concerne monte ore e formazione del personale, trattasi ragionevolmente di informazioni che attengono all'organizzazione specifica degli attuali appaltatori dei servizi.

4. Si richiede l’attuale saturazione delle strutture avendo cura di distinguere tra i singoli nuclei;

Risposta: Le strutture sono tendenzialmente "sempre" in situazione di "saturazione". Attualmente, non vi sono posti vacanti in nessuno dei diversi nuclei assistiti.

5. Si richiede chiarimento in merito al monte ore annuale di assistenza diretta in quanto all’interno del documento “calcolo della spesa per l’acquisizione del servizio con indicazione degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso” vengono riportati due valori differenti, il primo pari a 169.360 ore/annue ed il secondo pari a 175.930,00 ore/annue. Si richiede la natura di tale scostamento.

Risposta: Si rimanda ad analogo quesito/chiarimento già pubblicato sul sito web dell'Amministrazione.

6. Si richiede chiarimento in merito alla capacità ricettiva del Nucleo “Il Parco” in quanto nella relazione tecnico –illustrativa viene indicata una capacità di 20 posti letto mentre nel capitolato speciale si fa riferimento a 23 posti letto. Si richiede la natura di tale scostamento;

Risposta: Il dato corretto è di n. 23 posti letto.

7. Si richiede chiarimento in merito alla capacità ricettiva di Casa Serena in quanto nella relazione tecnico –illustrativa viene indicata una capacità complessiva di 253 posti letto mentre la somma dei posti presenti singoli nuclei conduce ad un totale di 258 posti letto. Si richiede la natura di tale scostamento;

Risposta: Il dato corretto è di n. 258 posti letto.

8. Si richiede chiarimento in merito all’importo posto a base di gara in quanto relativamente ai servizi estetici, moltiplicando le 2.945 prestazioni annue per il costo unitario di riferimento di € 12,40 si ottiene un importo di € 36.518,00 rispetto ai 36.000 € indicati nel documento “calcolo della spesa per l’acquisizione del servizio con indicazione degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso”. Si richiede la natura di tale scostamento;

Risposta: L'importo è stato arrotondato per difetto e deve essere, pertanto, considerato nel valore indicato di € 36.000,00.

9. Si richiede la pubblicazione dell’allegato C –modello di offerta economica.

Risposta: L'allegato C - modello di offerta economica è pubblicato - in formato editabile - sul sito web  dell'Amministrazione, ultimo tra gli allegati al disciplinare, sotto la voce: "Allegato offerta economica"

CHIARIMENTO INTERPRETATIVO

Visti i due quesiti posti, rispettivamente, da due operatori economici interessati alla procedura in argomento nel merito della modalità di valutazione dell'assolvimento del requisito tecnico/professionale dei 180 posti letto di cui al punto 7.2.2 del disciplinare di gara e i relativi chiarimenti forniti dall'Amministrazione e pubblicati sul sito web istituzionale che fornivano un'interpretazione restrittiva rispetto a quanto esplicitato nei quesiti medesimi;

ritenuto, peraltro, che il computo dei 180 posti letto in forma non cumulabile tra più di una struttura residenziale possa essere ritenuto lesivo del principio di proporzionalità e di massima partecipazione degli operatori economici interessati;

ciò premesso si formula il seguente chiarimento interpretativo che annulla e sostituisce quelli precedentemente formulati:

a) il requisito dei 180 posti di cui al punto 7.2.2 del disciplinare di gara si intende assolto anche in forma cumulativa su più strutture residenziali;

b) detto requisito deve comunque essere posseduto dall'operatore economico per ciascuno dei tre anni di riferimento: 2014 - 2015 - 2016.

 Quesiti

1 "A)    Relativamente al requisito “2 Capacità tecniche e professionali (ex art. 83.1.c del Codice) - aver eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione di servizi socio sanitari di cui all’art. 1 punto 1) del Capitolato speciale d’appalto per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a € 2.000,000,00 (euro duemilioni) per servizi socio sanitari di cui al suddetto art. 1 punto 1, svolti – per pubbliche amministrazioni o soggetti privati – presso strutture per anziani non autosufficienti così come descritte dal D.P.Reg. 144/2015 Pres. e successive modifiche e integrazioni della Regione Friuli Venezia Giulia, con almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti”, si prospetta a codesto spettabile Ente la seguente situazione:
-         la scrivente cooperativa gestisce nella Regione F.V.G., dall’anno 2015, NELL’AMBITO DI UN UNICO CONTRATTO, n° 2 strutture aventi complessivamente oltre 200 posti letto per anziani non autosufficienti ed i cui fatturati nel biennio 2015-2016 sono i seguenti:
*    anno 2015 fatturato complessivo delle due strutture superiore ad € 2.000.000,00,
*    anno 2016 fatturato complessivo delle due strutture superiore ad € 4.000.000,00,
*    pertanto con un fatturato complessivo superiore ad € 6.000.000,00 nel biennio 2015-2016 (dove il disciplinare prevede un fatturato complessivo almeno di € 6.000.000,00 nel triennio 2014-2015-2016)
Per completezza di informazione, si precisa che anche nell’anno 2017 il fatturato complessivo delle due strutture è superiore ad € 4.000.000,00
A1)  SI CHIEDE se quanto sopra rappresentato soddisfi il requisito di cui trattasi
B)    Si chiedono inoltre chiarimenti rispetto ai requisiti richiesti in caso di partecipazione di raggruppamenti temporanei (rif. par. 7.4 del Disciplinare), ed in particolare:
B1) CHIEDIAMO se, per i raggruppamenti di tipo orizzontale, la precisazione riportata nel citato paragrafo 7.4 (“N.B. … Per quanto riguarda i requisiti di capacità tecnica e professionale il requisito al punto 2) deve essere posseduto al 100% dalla mandataria e i requisiti di cui ai punti b) e c) devono essere posseduti complessivamente dal raggruppamento”, debba essere così inteso, “Per quanto riguarda i requisiti di capacità tecnica e professionale il requisito al punto 2a) deve essere posseduto al 100% dalla mandataria e i requisiti di cui ai punti 2b) e 2c) devono essere posseduti complessivamente dal raggruppamento”, dove:
2a)   è “aver eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione di servizi socio sanitari di cui all’art. 1 punto 1) del Capitolato speciale d’appalto per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a € 2.000,000,00 …”
2b)   è “aver eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione di pulizia/sanificazione di cui all’art. 1 punto 2) del Capitolato speciale d’appalto per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a € 300.000,00 …”
2c)   è “aver eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione di lavanderia/guardaroba di cui all’art 1 punto 1 lett. f) del Capitolato speciale d’appalto per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a € 300.000,00 …”
B2) In caso di risposta affermativa, CHIEDIAMO se i requisiti di capacità tecnica e professionale siano richiesti, come sopra intesi, anche in caso di partecipazione di raggruppamenti di tipo verticale.
B3) Diversamente, CHIEDIAMO di voler precisare come devono essere posseduti i requisiti di Capacità tecniche e professionali, sia in caso di raggruppamenti di tipo orizzontale che di tipo verticale"

Risposta

A) Si ribadisce (vedi risposta a precedente quesito pubblicata su sito web aziendale: home page - spalla destra - "IN EVIDENZA" ), che il requisito dei 180 posti letto è da considerarsi nella sua interezza e non è cumulabile, per cui - salvo il fatto che, nel caso di specie, una delle due residenze sia dotata di almeno 180 posti letto - non vale, per l'assolvimento del requisito, la sommatoria dei posti letto riferiti a più di una residenza (nel caso in parola le residenze sono due), sia pure nell'ambito di un unico contratto d'appalto. ** Per quel che attiene ai requisiti di fatturato, l'assolvimento per l'anno 2014 è tassativo, salvo che l'Impresa non sia di più recente istituzione rispetto al medesimo anno 2014.

B) Relativamente al quesito relativo al punto 7.2.2 del disciplinare, l'interpretazione proposta risulta corretta, per cui la risposta al quesito è affermativa.

** Per quel che attiene ai requisiti di capacità tecnica e professionale richiesti nel caso di raggruppamento di tipo verticale, vale la previsione di cui all'art. 83, comma 8, del D.Lgs. n. 50/2016  e ss.mm.ii., che così testualmente recita:"Per i soggetti di cui all'articolo 45, comma 2, lettera d) (...). La mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria."

2. "In relazione al requisito riportato al paragrafo 7.2 del Disciplinare riguardante la CAPACITA’ TECNICO-PROFESSIONALE: “aver eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione di lavanderia/guardaroba di cui all’art 1 punto 1 lett. f) del Capitolato speciale d’appalto per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a € 300.000,00 (euro trecentomila) per servizi di lavanderia/guardaroba di cui al suddetto art. 1 punto 1 lett. f, svolti – per pubbliche amministrazioni o soggetti privati – presso strutture per anziani non autosufficienti così come descritte dal D.P.Reg. 144/2015 Pres. e successive modifiche e integrazioni della Regione Friuli Venezia Giulia, con almeno 180
posti letto per anziani non autosufficienti”.
Si chiede conferma che, in ragione del fatto che la Stazione Appaltante identifica due punti di consegna distinti (Umberto I e Casa Serena), il requisito sopracitato si intenda rispettato qualora l’Operatore
Economico concorrente abbia eseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, almeno un contratto per servizi di lavanderia/guardaroba presso unico Committente, avente più di un punto di consegna, ma con almeno una Struttura da 180 posti."

Risposta

Si dà conferma rispetto al quesito formulato, con la precisazione che non rileva ai fini dell'assolvimento del requisito in argomento l'identificazione dei due punti di consegna distinti (Umberto I e Casa Serena).

3. "Si chiede di chiarire il valore delle prestazioni minime annue per il servizio di assistenza diretta in quanto nel documento “conto economico” nella prima tabella è indicato un minimo di 169.360 ore mentre nella seconda, relativa al costo della manodopera si fa riferimento a un minimo di 175.930 ore."

Risposta

Si chiarisce nel senso che il successivo riferimento orario indicato in 175.930 ore è errato (trattasi di refuso/errore materiale): l'importo orario esatto è quello della prima tabella indicato in 169.360 ore; infatti, se si moltiplica il costo orario della manodopera (€ 19,43) per le prestazioni minime annue considerate nel corretto valore di 169.360 ore, il risultato finale (costo annuale) dà esattamente l'importo indicato di € 3.290.664,80.

Quesiti

1. "In relazione ai requisiti di partecipazione punto 7.5 del Disciplinare di Gara – Indicazioni per i Consorzi di Cooperative di Imprese Artigiane e i Consorzi Stabili  -  i soggetti di cui all’art. 45 comma 2, lett. b) e c) del Codice devono possedere i requisiti di partecipazione nei termini di seguito indicati, in particolare  nel caso di requisiti di capacità economica e finanziaria nonché tecnica e professionale, ai sensi dell’art. 47 del Codice, devono essere posseduti:
a.       Per i consorzi di cui all’art.45, comma 2 lett b) del Codice, direttamente dal consorzio medesimo, salvo quelli relativi alla disponibilità delle attrezzature e dei mezzi d’opera nonché all’organico medio annuo che sono computati in capo al consorzio anco posseduti dalle singole imprese consorziate;
b.       Per i consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lett. c) del Codice, dal consorzio, che può spendere, oltre ai propri requisiti, anche quelli delle consorziate esecutrici e, mediante avvalimento, quelli delle consorziate non esecutrici, i quali vengono computati cumulativamente in capo al consorzio.
Tuttavia la Seconda Sezione del TAR Campania (sezione di Napoli), con la sentenza n. 5300/2017 del 10 novembre 2017, ribadisce “la piena assimilazione dei consorzi di cooperative ai consorzi stabili … tenuto conto dell’analogia tra i consorzi stabili e consorzi di cooperative e, in particolare, del carattere permanente di queste ultime che realizzano una nuova struttura soggettiva e costituiscono l’unica controparte del rapporto di appalto, integrando il rapporto tra struttura consortile e cooperative consorziate un rapporto di carattere organico, con la conseguenza che è il consorzio ad interloquire con l’amministrazione appaltante”.
Pertanto in conseguenza a tale assimilazione ne deriva che l’applicazione della disciplina dettata dall’art. 47, co. 2, del D.Lgs. 50/2016 per i consorzi stabili anche ai consorzi di cooperative, con ciò pertanto integrando, con un’interpretazione estensiva, la portata della norma testé richiamata.  Nel caso quindi di partecipazione alla procedura in oggetto di un consorzio di cooperative di cui all’art. 45 comma 2 lett b), la qualificazione del consorzio e il soddisfacimento dei requisiti di capacità tecniche e professionali, in particolare, aver conseguito, in ciascuno dei tre esercizi 2014-2015-2016, contratti di gestione disservizi socio sanitari di cui all’art. 1 punto 1) del Capitolato speciale d’appalto, per un importo, al netto dell’IVA, non inferiore a €. 2.000.000,00 (euro duemilioni) per servizi socio sanitari svolti – per pubbliche amministrazioni o soggetti privati – presso strutture per anziani non autosufficienti così come descritte dal D.P.Reg. 144/2015 Pres. e successive modifiche e integrazioni della Regione Friuli Venezia Giulia, con almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti,  possono essere soddisfatti se il requisito è posseduto dalle consorziate che eseguono il servizio?2

Risposta

La risposta al quesito pare poter essere senz'altro affermativa; infatti l'apparente vuoto normativo di cui all'art. 47, comma 2, del Codice che considera solamente i consorzi stabili e non anche quelli "non stabili" (incluse le cooperative sociali di produzione e lavoro) è stato opportunamente colmato dalla citata sentenza del TAR Campania (Sezione Napoli) n. 5300/2017 del 10.11.2017, per cui è ammissibile che, in presenza di un consorzio di società cooperative, il possesso dei requisiti di capacità tecniche e professionali sia soddisfatto se il requisito è posseduto dalle consorziate esecutrici.

2. "Con riferimento ai requisiti di partecipazione di cui all’art 7.2 sub punto 2 “ Capacità Tecniche e Professionali” ed in particolare relativamente all’inciso “…con almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti” si chiede conferma che il numero di posti prescritto sia da considerarsi quale
sommatoria dei posti letto presenti in più strutture (ad esempio: tre strutture da 60 posti letto)."

Risposta:

Il quesito non è suscettibile di conferma in quanto il requisito tecnico-professionale degli "almeno 180 posti letto per anziani non autosufficienti" è da intendersi nella sua interezza è non è in tal senso cumulabile. Il riferimento alla norma regionale (D.P.Reg. 144/2015) che limita la capienza delle strutture residenziali a non più di 120 posti letto non deve trarre in inganno, dal momento che detto riferimento prende in considerazione residenze protette di nuova costruzione e non è quindi applicabile ap presente appalto di servizi.

3. "in riferimento alla procedura aperta per “l’appalto del servizio globale di assistenza sociale e altri servizi accessori presso le residenze protette “Casa per Anziani” e “Casa Serena” di Pordenone per il periodo 01.09.2018 – 31.08.2023 con facoltà di rinnovo fino al 31.08.2027” – CIG 7416468700, si
chiede cortesemente di conoscere il nominativo dell’attuale gestore del servizio."

Risposta:

Presso la Casa per Anziani Umberto I l'attuale gestore è la KCS Caregiver S.p.a.

Presso Casa Serena il servizio di assistenza è gestito da Cooperativa FAI Onlus e invece i servizi di pulizia e lavanderia sono gestiti da Sodexo Italia Sp.a.

 

Bando GUUE

Bando GUUE

Disciplinare e allegati

Disciplinare

DGUE

Allegato Modello A

Allegato avvalimento

Allegato impresa ausiliaria

Allegato richiesta sopralluogo

Allegato avvenuto sopralluogo

Allegato offerta economica

Progetto

Relazione tecnico progettuale

Capitolato Speciale d'Appalto

Conto economico

Schede pulizie Casa Serena e Casa per Anziani Umberto I

Schede pulizie Centro Sociale di Torre

Elenco prodotti di magazzino

Elenco personale attualmente in servizio

Elenco arredi e attrezzature in uso esclusivo

DUVRI

Planimetrie

Umberto I - Piano Seminterrato

Umberto I - Piano Terra

Umberto I - Piano Primo

Umberto I - Piano Secondo

Umberto I - Piano Terzo

Casa Serena - Piano Terra

Casa Serena - Piano Rialzato

Casa Serena - Piano Primo

Casa Serena - Piano Secondo

Casa Serena - Piano Terzo

Casa Serena - Piano Quarto

Centro Sociale di Torre - Piano Terra

Centro Sociale di Torre - Piano Primo

Schema di contratto

Schema di contratto